Problemi rete mesh

Buongiorno a tutti. Uso da parecchio tempo i prodotti Tado con grande successo.

Recentemente ho istallato un nuovo impianto nella casa in campagna ma ho un problema di raggiungibilità. Ho posizionato un sensore ad una certa distanza e funziona perfettamente. Poi ho messo un secondo sensore qualche metro più in là per servire una zona più lontana contando sul primo sensore da utilizzare anche come ripetitore, ma non si collega proprio.

Ho fatto mille prove fino ad arrivare a mettere in visibilità i due sensori a distanza di pochi metri fra loro.

Sembra che la funzionalità mesh non ci sia, i sensori si collegano solo point-to-point al bridge e quindi superata la portata massima non si collegano.

Esiste un modo per verificare i collegamenti della rete mesh o altri pannelli di controllo più tecnici? Io ho l'esperienza del zwave dove puoi monitorare queste cose.

Sono veramente disperato, se non risolvo devo abbandonare Tado.

Grazie.

Riccardo

Commenti

  • Andyz68
    Andyz68 ✭✭✭

    Purtroppo non vanno in mesh, forse per non gravare sulle batterie.

    L'unica soluzione è cercare di mettere il bridge più equidistante possibile dai vari dispositivi

  • Questa è una brutta notizia. Ero sicuro fossero in mesh, o per lo meno così lascia intendere la stessa Tado.

    "I componenti hardware tado° comunicano tramite frequenze radio da 868 MHz e utilizzano protocolli "6LoWPAN" progettati per tipologie di rete mesh".

    Nella mia situazione senza mesh o ripetitori non è praticabile. Avete da suggerire alternative valide e non troppo onerose? Netatmo come va?

    Grazie.

  • Andyz68
    Andyz68 ✭✭✭

    Sono abbastanza sicuro perchè noto che ogni tanto perdo il collegamento con la valvola più lontana dal brigde nonostante ci siano diverse altre valvole e un termostato in zona.

    Su come vada la concorrenza non ne ho idea, mi spiace...

  • sdmaino
    sdmaino ✭✭✭

    Ciao, confermo no mesh. Il fatto che il protocollo lo consenta non vuol dire che i device lo siano.

    Non credo che Netatmo sia mesh, ma ti consiglio di verificare. Attenzione che Netatmo non ha gestione Opentherm ma solo on-off, è il motivo per cui quando ho deciso di automatizzare il mio sistema l'ho scartato a priori.

    Ciao.

  • Ho preso irsap now con il repeater. Devo ancora testarlo dell'ambiente definitivo per vedere come si comporta con la copertura.
    Da quel poco che ho visto è un prodotto molto nuovo e ancora acerbo. Su certe cose va molto bene e su altre è carente. Ho contattato l'assistenza per alcune questioni e sono stati molto rapidi e reattivi per risolvere i miei problemi e darmi spiegazioni. Come qualità dei materiali e design Tado non ha eguali.
    Il vero banco di prova sarà la copertura. Se fallisce pure questo mi toccherà prendere termostati wifi ed usare un po' di repeater wifi.
    Ciao
  • Rocchi_84
    Rocchi_84 ✭✭✭

    Il protocollo consente il mesh, ma sicuramente non era attivato / implementato a livello firmware fino a qualche tempo fa (rete a stella)

    recentemente però con gli ultimi aggiornamenti ho notato una maggiore stabilità della connessione con teste che erano al limite della portata.

    anche altri si sono accorti della miglioria o è solo un mio caso?

    potrebbero averlo attivato, o semplicemente corretto problemi sul firmware della radio.

  • Tado non va bene per case di grandi dimensioni o con più edifici, non gestisce nemmeno più case (montagna mare ecc…)

    Ho comprato 3 termostati per la mia casa e purtroppo non si collegano contemporaneamente al bridge per ovvi motivi di distanza/muri spessi.

    Tra loro non comunicano direttamente (mesh assente) e non esistono ripetitori o funzioni repeater per l’Internet bridge.

    Non posso nemmeno usare più internet bridge dalla stessa app, non posso configurare più case per lo stesso account e nemmeno più bridge nella stessa casa…. Così è davvero inutilizzabile.

    Netatmo invece funziona, e le valvole sono mesh, posso gestire più case con la stessa app e i bridge possono essere aggiunti alla stesso account.

    Peccato… basterebbe un ripetitore (anche a pagamento) ma dopo 3 anni e più di lamentele da parte di utenti insoddisfatti credo non ci sia nulla da fare.

    Btcino/Netatmo diventeranno uno standard.

  • Anch'io ho entrambi i problemi: casa grande e più abitazioni (e ufficio) da controllare idealmente con la stessa app.

    Sarebbe utile che venisse sviluppata almeno una delle varie soluzioni possibili: 1) Più bridge nella stessa abitazione per coprire piani o zone distanti tra loro. 2) Sviluppare un ripetitore che collegato alla rete ethernet serve allo stesso scopo. 3) Implementare la tecnologia mesh a scopo di ponte per le valvole più lontane.

    Ovviamente anche l'app dovrebbe essere migliorata consentendo di gestire più home