Delusione totale

Voglio esternare la mia delusione nei confronti dell’acquisto. O meglio, non sono deluso di aver acquistato il prodotto in se (1 termostato e 6 teste, non una spesa leggera), sono deluso da tutto il team di sviluppo.
Un sistema con un potenziale incredibile, che veramente potrebbe aiutare le persone a risparmiare, in un momento così particolare, gestito da un branco di sordi e ciechi che se ne FOTTONO di quello che viene proposto dagli utenti, che hanno pagato un sacco di soldi per montare il tutto.
Non è previsto un semplicissimo bridge per chi ha case su più piani (la mia ne ha due e veramente per pochi cm riesco a gestire tutte le teste).
Non è prevista una notifica che ti avverte se una o più testine vanno offline per evitare spiacevoli sorprese.
Ho letto veramente tante idee ottime nel forum, sviluppabili con poco, alcune non capisco nemmeno perché non siano presenti data la semplicità.
In tutto ciò, mai una risposta da qualcuno del team.
Noi utenti parliamo scriviamo perdiamo tempo, questi si intascano soldi millantando risparmi su risparmi poi manco una cazzo di notifica per dirti che non funziona più una testina, lo scopri quando hai la stanza a 12 gradi che poi per riscaldarla di nuovo ti parte un rene. Siete da denuncia e dovreste vergognarvi di fottere la gente così
10
10 voti

Active · Ultimo Aggiornamento

Commenti

  • Sormike
    Sormike ✭✭✭
    modificato febbraio 2023

    Condivido pienamente (sigh), ma ti invito ad un linguaggio meno "espressivo" per il semplice fatto, che tu, per chi legge, sei "ciò che scrivi".

    Ma ripeto, condivido in pieno ...

  • Purtroppo è cosi...commento un po' fuori dalle righe, ma se epurato dal tono nervoso, ha ragione da vendere!

  • Si c’era del turpiloquio nel mio commento ma nel momento in cui ho scritto mi sono anche trattenuto molto. Sicuramente alterato e nervoso, su questo non posso che darti ragione. Però io, come tanti altri utenti, mi sento preso in giro. Dispiace perché potessi tornare indietro avrei scelto un’altra azienda, non di certo questa che mi sembra proprio poco seria.
    Parliamo di piccoli accorgimenti, sciocchezze, ma perché ci vuole così tanto a programmarle, testarle e renderle disponibili?
    Su cosa stanno lavorando? Che migliorie hanno intenzione di rilasciare nei prossimi mesi a seguire? Perché non rispondono praticamente mai? Perché anche solo a livello di app non fanno salvare semplici programmazioni da poter applicare a piacimento? Alcune funzioni “base” mi aspettavo già di trovarle quando ho acquistato il sistema, ma niente. E mai una risposta dal team. Mai. Veramente una grossa delusione.
  • La domanda è: sei così sicuro che stanno lavorando???

  • Simo_L purtroppo condivido in pieno: pensa che io non mi sono mai arreso e come risposta ho ricevuto quella di sentirmi dire che "il termostato non è adatto al Suo impianto", dopo indefinito cjnfronto l'interessamento di un termotecnico e tanto di pubblicità di tado che afferma che può gestire una caldaia a condensazione con un impianto radiante a pavimento. E penssre che si tratta di un normale impianto ad alta inerzia ma già l'assistenza ti risponde da scazzata se fai più di una domanda o cominci a mettere i discussione il modo di funzionare dell'impianto. Loro c'è rto non ti d'anno una mano stai sicuro, nel frattempo valuta la possibilità di usare termostati smart diversi. Condivido l'osservazione che tado ha enormi potenzialità ma il supporto ed il software lasciano parecchio a de siderare. Guarda qianti aggiornamento stanno rilasciando in pochissimo tempo che non si capisce cosa facciano ed ogni volta che aggiorno sono obbligato rimettere la password. Che cagata.
  • Dopo aver speso 600€ tra una cosa e l’altra vorrei proprio evitare di dover cambiare tutto il sistema. Che il mio commento, a questo punto, serva da monito a chi è intenzionato ad acquistare tadoo: meglio andare su altro.
    Ormai che ci sono “dentro” continuerò a sperare che prima o poi migliorino il servizio. In ogni caso, una figura imbarazzante nei confronti dei clienti.
  • @Simo_L , compreso il tuo disappunto, se possiamo darti una mano forse si tratta di un problema risolvibile per cui se te la senti di spiegarlo un momento forse possiamo darti una mano a risolvere.

    Mentre Tado a mio avviso non sfrutta tutte le potenzialità del dispositivo, credo che il tuo, se ho ben capito, sia un problema di segnale del bridge tado, problema che ho avuto anche io e che ho risolto abbastanza facilmente e con poca spesa. Per quanto riguarda le testine che vanno offline c'è anche per queste una soluzione per ricevere una notifica sull'abbassamento di temperatra.

    Se hai voglia di spiegare nel dettaglio il tuo problema tra noi del forum possiamo darci una mano :-) -

  • @melchizedek grazie per l’interessamento. Fortunatamente ho il router posizionato in una zona che riesce a coprire per un pelo tutte le stanze pur essendo su due piani. Avevo letto di posizionare il bridge in verticale e in effetti così facendo è aumentato il raggio di copertura.
    Da questo punto di vista mi è andata bene, ma non credo che ad altri utenti sia andata bene come a me.
    La notifica per quando una testina va offline sarebbe comunque apprezzata dal momento che arriva una mail quando si stanno per
    scaricare le batterie.
    Sulle altre caratteristiche dell’app, salvare delle scene preimpostate, aggiungere dettagli nei tab delle stanze, non credo ci siano dei modi fai-da-te: qua devono intervenire loro. E ripeto, non mi sembrano cose impossibili da configurare. Grazie comunque
  • Lato software sono effettivamente molto deludenti. Il prodotto ha del potenziale, hardware è buono e, per il prezzo a cui viene venduto, dovrebbe garantire una versatilità molto maggiore. Rilasciano spesso aggiornamenti dell'app ma non c'è mai un changelog e già questo la dice lunga. Anche se qui c'è la possibilità di avanzare idee dubito che qualcuno le legga, sembra più una community auto gestita. Sarebbe invece interessante avere un filo diretto con i programmatori e una attenzione da parte di questi hai temi più caldi. Molte delle opzioni richieste sarebbero facilmente implementabili basterebbe avere la volontà. Io ricordo di rimanere basito quando scopri subito dopo l'acquisto che i termostati non memorizzano la programmazione e che questa richiede necessariamente la connessione internet. Ora capisco una gestione avanzata tramite PID gestita via server ma in assenza di connessione almeno una gestione ON/OFF in base alla programmazione settimanale mi sembra sacrosanta.

    Un vero peccato.

  • Io ho Tado da molti anni, e questo è l'unico motivo per cui lo tengo ancora...
    Ci hanno messo 5 anni (si... cinque) per implementare il child lock sulle valvole termostatiche, roba da 4 righe di codice, una funzione base senza la quale per 5 anni ho usato scotch nell'attesa che i figli crescessero (poi dopo 5 anni erano sufficientemente cresciuti per fare a meno del child lock...).
    La roadmap l'hanno tolta dal loro sito quando si sono accorti che dopo anni non riuscivano a fare niente di quello che ci avevano messo.
    Changelog inesistenti.
    Sistema progettato per lavorare esclusivamente in cloud, senza internet diventa un termostato con la rotellina...: clamoroso errore progettuale (i device proprio non hanno l'hw per supportare un funzionamento di base on/off a programmazione settimanale offline) che non hanno mai pensato di rivedere nonostante tutte le revisioni hw dei device che hanno fatto negli anni.
    L'ultima versione del grafico temperatura/umidità dei singoli device sull'app è diventata lentissima a caricarsi e per passare da un giorno all'altro devi fare uno slide di 5cm...questi sono gli improvement che riescono a fare...
    Questo forum lo hanno creato (come tratti altri eh) per evitare di essere sommersi , dalle email di richiesta e proteste (qui l'utente scrive e poi se vogliono loro leggono...mai...) e per scaricarsi dal dare supporto sfruttando la partecipazione fra utenti nell'aiutarsi a vicenda.
    Un'azienda imbarazzante...
  • Avessi letto prima… proprio domenica, con il black friday, ho acquistato termostato cablato, 6 valvole e 4 sensori di temperatura, mannaggia la miseria!
    Sto pensando di rimandare tutto indietro non appena mi arriva il materiale.
  • Il problema fondamentale, è che chi legge questo forum, lo fa solo dopo aver comprato e speso bei soldini. Sigh ...

  • @Ricky971 ti consiglio di provarlo prima di rimandare indietro tutto.

    Io ho il sistema da 3 anni e mi trovo molto bene, certo ha qualche difetto ma anche la concorrenza non è perfetta.

  • Allora, devo dire che già dopo un paio di giorni le differenze si sentono… eccome se si sentono!
    Ieri, prima giornata con il solo termostato intelligente, nonostante il poco tempo a disposizione del termostato stesso per “studiare” casa, clima e impianto, non ho più avuto gli sbalzi di temperatura che ho da sempre in tutta la casa.
    La modulazione della caldaia, l’anticipo con cui accende e spegne, la valutazione delle condizioni meteo esterne e la sensibilità alle variazioni di temperatura appiattiscono parecchio il grafico della temperatura, a tutto beneficio del comfort e, penso e spero, del risparmio.
    Stamattina mi sono arrivate le valvole (una ho evitato di usarla, per evitare il problema della sovra pressione) ed i sensori di temperatura: l’installazione è stata semplicissima e veloce ed il funzionamento è strepitoso!
    Ora ho la possibilità di tenere il soggiorno a 21° VERI (non 19 / 22,5 come prima…), con variabilità di 0,1°, e di limitare le temperature delle altre zone.
    E domani mattina avrò per la prima volta il bagno caldo al risveglio, condizione fino ad oggi evitata accuratamente per non sprecare una marea di metano nel riscaldare tutta casa per mezz’ora di bagno tiepido!
    Ho già testato anche la modalità “away” e ha funzionato egregiamente: una volta raggiunta la distanza impostata, la modalità si è attivata automaticamente ed ha settato tutti i termosifoni a 18°, come avevo impostato per tale condizione.
    Qualcuno lamenta il fatto che questa modalità non funziona: nelle istruzioni c’è scritto di tenere l’app tado sempre attiva in background, altrimenti si disattiva la localizzazione.
    Questo accade perché, quando l’app chiede automaticamente i consensi, permette di impostare la localizzazione solamente quando l’app è in uso; io ho bypassato il problema settando su iPhone “Privacy e sicurezza” > “localizzazione” > “tado” su “sempre”.
    Per il momento devo dire che sono soddisfatto e tutte le mie paure sono (temporaneamente) svanite.
    Spero di non dovermi rimangiare questa mia opinione con il tempo…
  • @Ricky971 ottimo, quello è esattamente il funzionamento di un termostato + valvole smart

  • @Ricky971 ciao, mi fa piacere che ti trovi bene ma da quel che ho capito dal tuo intervento stai semplicemente elogiando il prodotto per le funzioni che più basic di così non si può. Per la cifra spesa (non conosco il tuo impianto) mi sembra il minimo.
    La mia colorita lamentela espressa su questo forum è relativa al fatto che i miglioramenti a livello di app devono essere ascoltati e applicati, perché sono elementari. Non sono un informatico ma le richieste da tanti utenti sono le stesse da anni ma le release non danno mai valore aggiunto al sistema.
    Che ci vuole a mandare una notifica che ti informi che una testina è offline?
    Che ci vuole ad aggiungere l’elemento visivo delle fiammelle nella home delle stanze?
    Oggi con 20€ compri un sensore per porte e finestre che ti dice se viene aperta, con 30€ una videocamera che rileva i movimenti e ti manda una notifica, questi “ingegneri” o quel che sono, non sono in grado di far mandare una notifica o modificare il layout di una app?
    Sul discorso away di cui parli: sei sicuro che ti convenga far sì che quando ti allontani da casa la temperatura interna sia libera di scendere a 18 gradi? Quando torni, se deve salire a, che so, 20 gradi, non ti costa un patrimonio di gas? Scusa la domanda, magari hai una abitazione A4+ o comunque energeticamente più efficiente della mia.
    A ogni modo, se ti trovi bene, sono contento per te!
  • Ciao Simo,
    per me che provengo da decenni di termostati tradizionali, che non mi hanno mai soddisfatto in merito a linearità ed uniformità della temperatura ambiente, avere finalmente un dispositivo che rispetta appieno queste prerogative non è una cosa “che più basic di così non si può”, ma è almeno il 90% dei motivi per cui ho scelto un sistema “smart” di termoregolazione.
    E non tutti i sistemi “smart” sembrano essere all’altezza di questo compito…
    Poi è normale che ognuno di noi dia maggiore o minore importanza ad aspetti che ritiene più o meno preminenti, infatti, per la mia situazione, non sento la mancanza di una maggior copertura del bridge o della possibilità di un differente sezionamento dell’impianto o altri aspetti che invece sono fondamentali in altre configurazioni.
    Siccome, leggendo i vari commenti, mi era quasi passata la voglia anche solo di installare questo dispositivo, mentre poi ho potuto constatare che invece funziona in modo più che egregio, la mia era semplicemente una “testimonianza” che, per quel che deve fare questo dispositivo, non si può che rimanerne soddisfatti, almeno per le situazioni e le esigenze simili alle mie.
    Condivido invece la parte della tua lamentela che riguarda la sensazione di presa in giro e la scarsa, se non nulla, volontà di implementazione di funzioni relativamente semplici da includere nel funzionamento di questo termostato: se i consigli, anche quelli più semplici ed efficaci, non vengono mai ascoltati, non ha senso, anzi, è oltremodo irritante che venga lasciata aperta la relativa pagina online, proprio perché sembra un muro del pianto senza alcuna utilità.
    In merito al simbolo della fiammella, non vorrei che fosse impossibile da implementare per il fatto che il termostato si limita a richiedere acqua ad una determinata temperatura, mentre è la centralina della caldaia a decidere se ci sia o meno bisogno di fiamma; ma questa è solo una mia supposizione.
    Per la notifica di testina offline, non vedo, effettivamente, particolari problemi per una sua implementazione.
    Il discorso “Away” è assolutamente soggettivo: se esci per un’ora o due o se la giornata non è particolarmente fredda, probabilmente non ha alcun senso abbassare la temperatura di casa, ma se stai fuori per l’intera giornata e la giornata è particolarmente rigida, lo spreco legato al fatto di tenere un delta T particolarmente elevato è assolutamente dimostrato.
    D’altronde, questa funzione ha anche il vantaggio di poter regolare l’ampiezza dell’area al di fuori della quale si viene considerati “Away”, in modo che non si spenga o non si abbasso il riscaldamento se scendo a far colazione al bar sotto casa, e, nella peggiore delle ipotesi, la possibilità di disinserirla.
    Un’ultima cosa, se posso permettermi: al netto della condivisibilità dei contenuti da te postati all’apertura di questo thread, sei certo che sia una cosa saggia lasciare scritta, nero su bianco, una frase che, se letta dalle persone “sbagliate” (stai scrivendo a “casa loro”), potrebbe procurarti qualche grattacapo?