Home Suggerimenti e idee da sviluppare

Introdurre nuovo insieme Zona oltre che Stanza

Nella mia casa ho 3 zone: Open Space, Ufficio e Archivio. Per ogni zona ho un termostato, che apre e chiude una elettrovalvola collegata al collettore di zona + ovviamente un kit di espansione.

Per ogni termosifone ho una valvola Tado, tuttavia accade un inconveniente non da poco.

I bagni, collocati agli spigoli della casa, sono le stanze più fredde della casa e, anche se la valvola intelligente avesse la possibilità di poter richiedere l'accensione della caldaia, non arriverebbe comunque acqua calda perché il termostato che sovrintende la zona ha raggiunto la temperatura impostata e tiene l'elettrovalvola di zona chiusa.

Sarebbe ideale poter suddividere la casa in Zona/Stanza/Dispositivi, con i Dispositivi che possano aprire tramite il Termostato di Zona l'elettrovalvola della Zona stessa. In questo momento questo non è possibile, solo i Termostati possono aprire le Elettrovalvole.

L'optimum sarebbe poter aver un controllo granulare di ogni singola Valvola e/o Termostato, in quanto anche se associo una Valvola ad una nuova stanza, questa dipende come apertura dell'acqua riscaldamento dal Termostato che comanda l'Elettrovalvola di zona.

Basterebbe che ogni Valvola termostatica dicesse al termostato della Zona di appartenenza di chiudere o regolare tutte le altre Valvole termostatiche per non superare la temperatura impostata per ogni stanza ma di aprire l'Elettrovalvola e accendere la caldaia.

Al momento non ho trovato soluzione al mio problema.

Potrei tenere tutte le elettrovalvole aperte e far sì che la casa fosse un'unica stanza ma mi sembra una soluzione veramente stupida, in quanto solo un dispositivo può essere usato come unità di misura della temperatura e sarei a punto e a capo.

1
1 voti

Active · Ultimo Aggiornamento

Commenti

  • È piuttosto strano quello che dici (o forse non ho capito bene il problema). Già ora una testa termostatica comanda il termostato (che a sua volta comanda un eventuale elettrovalvola di zona e/o la caldaia). Quindi se una zona richiede calore il termostato “obbedisce” alla testa elettrostatica ed apre. Le cosa su cui fare attenzione sono: se hai più zone devi associare le teste di una stessa zona al termostato di quella zona. Questo al momento può essere fatto solo tramite il supporto (ma a me hanno risposto molto velocemente). Inoltre se hai teste su tutti i caloriferi quello nella stanza dove c’è anche il termostato va inserito nella stessa stanza (dell’app) in questo modo il riferimento per la temperatura è il termostato e la valvola si limita ad aprire e chiudere in base a quello che ordina il termostato. Se il termostato NON è associato ad almeno una valvola (in stessa stanza) conviene lasciare un termosifone sempre aperto perché c’è il rischio che il termostato possa comandare l’accensione della caldaia con tutte le valvole chiuse e di conseguenza con la caldaia che spinge l’acqua che però rimane bloccata, con possibili problemi per la caldaia stessa. Non so se sono stato chiaro ed ho capito il tuo dubbio.

  • Da spiegare in effetti è più complicato che da capire 😉

    Vero è che la testa termostatica può comunicare con il termostato della stanza e quindi far aprire la valvola di zona, il problema sta nelle valvole che metti in altre stanze della stessa zona e quindi non sono associate allo stesso termostato. Per capirci, ho tre zone in casa: dove vivo, dove lavoro e il piano di sotto che uso come archivio. C'è poi un kit di espansione che si occupa di fare da gateway opentherm verso la caldaia.

    Il piano di sotto ha il suo termostato e un solo termosifone con la sua testa, quindi problema risolto.

    Il piano di sopra ha un termostato nella zona in cui vivo, composta da quattro stanze: open space (sala e cucina), anticamera, bagno e camera da letto. C'è poi dove lavoro, composta da ufficio e bagno. Ognuna di queste due zone ha i suoi due termostati per aprire le rispettive valvole di zona sui collettori. Mi piacerebbe poter dividere le teste termostatiche in ogni stanza reale e non un unica stanza fittizia per ogni zona, in modo da avere 20° in cucina, 22° in bagno e 18° in camera (ad esempio). Questo non è possibile, perché se separo le teste dalla stanza fittizia, queste non hanno possibilità di comandare il termostato e far aprire la valvola di zona, oltre che far partire la caldaia.

    Sarebbe opportuno, quindi, poter creare oltre che le "stanze" anche "zone" che raggruppano stanze servite dal medesimo collettore.

Accedi oppure Registrati per commentare.