Spanish and Italian tado° community forums archived May 8th 2024

Per saperne di più | Más información aquí

Termostato

Opzioni

Salve a tutti. Ho installato un termostato Tado e solo in un secondo momento 3 termovalvole. Ho notato che posso pilotare dall'app ogni termosifone singolarmente e sto per installare le successive cosi' da coprire tutti i termosifoni. Mi chiedo pero', a questo punto il termostato non mi serve piu', giusto? Voglio dire, prima accendeva e spegneva la caldaia ma questo punto se piloto le valvole una ad una dall'app e queste bypassano il termostato, a che mi serve?

Risposte

  • Il termostato ti serve per comandare la caldaia.

    E' l'unico elemento che lo possa fare a meno che non installi il ricevitore radio aggiuntivo, che fa la stessa funzione ma non ha il display.

  • Forse ho capito. Le termovalvole accendono la caldaia tramite il termostato? Altrimenti non potrebbero farlo, esatto?

  • esatto roberto, tutto questo a patto che tu nelle varie stanze virtuali sulla app metta come regolatore di zona il termostato stesso.

  • Andyz68 nelle stanze sull'app io ho messo come regolatore ogni singola termovalvola in quanto ho un termosifone in ogni stanza e' utilizzo quella termovalvola per regolare la temperatura. Anche in salone, dove ho 2 termosifoni ed il termostato piloto la T con i 2 termosifoni e non con il termostato. E' sbagliato?

    Un altra domanda: e' possibile abbinare i termosifoni? intendo, poiche' ho una casa su piu' piani, sarebbe comodo poterli isolare contemporaneamente e non un termosifone alla volta. Ma sull'app non mi pare che lo faccia fare...

  • Non parlo della settaggio relativo alla temperatura ma di un altro settaggio che informa ogni stanza virtuale quale è il dispositivo che accende la caldaia in modo che ogni stanza possa far partire la caldaia al bisogno.

    Si chiama Regolatore di zona

    In questo caso nel Bagnetto c'è solo una valvola ed è ovviamente impostata come rilevatore di temperatura ma nel regolatore di zona c'è il termostato.

    Per quando riguarda la possibilità di raggruppare le stanze non si può. Il sistema è proprio impostato e progettato per far si che ogni stanza sia indipendente in modo da poter scaldare quella che ti serve alla temperatura desiderata.

  • Si l'avevo capito e mi riferivo a quello quando dicevo che lo utilizzo per regolare la T, in quel campo non ho indicato il termostato ma l'elettrovalvola stessa. Anche le 2 termovalvole nella sala dove c'e' il termostato in realta' usano se stesse per rilevare la T e non il termostato. Per questo dicevo che a questo punto il termostato era diventato superfluo, di fatto nessuna termovalvola fa riferimento al termostato per la misurazione della T.

    Peccato per l'impossibilita' di raggruppare le stanze perche' avrei potuto creare dei piani virtuali, sarebbe stato comodo.

    Pensandoci forse potrei impostare il termostato come regolatore di zona per tutte le termovalvole del piano terra, cosi' almeno un piano virtuale riuscirei a crearlo

  • Le valvole in sala dove c'è anche il termostato dovrebbero stare nella stessa stanza virtuale del termostato stesso e usare quest'ultimo (che è più preciso) anche come rilevatore di temperatura

    Di fatto le stanze virtuali sulla app dovrebbero essere uguali alle stanze fisiche della casa.

    Questo è il mio soggiorno che, di fatto, è come il tuo. Un termostato e 2 valvole

    in questa stanza il rilevatore di temperatura e il regolatore di zona sono il termostato stesso

  • quindi le valvole avranno la stessa temperatura? O le posso regolare in maniera indipendente?

  • Secondo me si può fare, o meglio, io sto facendo così anche se non ho completato ancora l'installazione delle valvole. Mi spiego.

    Casa su tre livelli, ad ogni livello sul collettore dei termosifoni c'è un elettrovalvola che si occupa di dare il consenso alla caldaia per l'accensione. Su ogni livello c'è un termostato Tado che fà riferimento ad un unico Bridge, per cui a seconda di quale termostato attivo mi viene aperta la relativa zona e la caldaia scalda solo quella, inoltre, opzionalmente, sui radiatori ci sono le valvole termostatiche, magari "basic", che essendo sotto il regolatore di Zona ( in questo caso il termostato di zona e non il bridge) chiudono il relativo radiatore, ma ovviamente solo quello, e gli altri della stessa zona continuano a scaldare tentando così di "bilanciare" il riscaldamento su tutto il livello.

    Questo vale per ogni livello.

    Credo, se poi sto sbagliando mi farebbe piacere capire meglio.

  • Diciamo che, se hai le teste "intelligenti" e non termostatiche, che sono due cose completamente diverse, non ha più bisogno delle valvole di zona perchè ogni testa apre e/o chiude in maniera autonoma ed ognuna comanda il regolatore ad attivare la caldaia.

    Unica pecca, appena scoperto, è che un singolo regolatore, non può "servire" più di 9 teste perchè arriva a gestire 10 elementi e lui ne prende già 1.

    Dicevo che le valvole di zona in questo caso le dovresti lasciare aperte e far gestire il flusso dell'acqua ad ogni testa, che è stata progettata proprio per questo.

    Altresì, se invece metti le teste termostatiche classiche, allora come hai già accennato, puoi mettere 3 termostati cablati che gestiscono ciascuno il proprio piano.

  • Aiuto, non mi è chiara una cosa.
    Se in una stanza metto un sensore di temperatura e una termovalvola, e nell'app imposto come Rilevatore di temperatura il sensore e come Regolatore di zona il termostato (non importa dove si trova), quando si raggiungono le temperature di accensione e spegnimento, oltre al Regolatore di zona (termostato) viene aperta o chiusa anche la valvola?
    In caso affermativo, ovviamente vale anche se in una stanza metto 2 termovalvole e 1 sensore di temperatura? Cioè, impostando il sensore come Rilevatore di temperatura, contemporaneamente al termostato (Regolatore di zona) vengono attivate anche le valvole di quella stanza?
    Anche se non esplicitamente impostato nell'app?
  • Se metti un rilevatore di temperatura e lo installi in una "stanza" dove c'è già una testa intelligente, sarà il rilevatore a comunicare con il termostato cablato, dovunque egli sia, tramite il bridge a comandare la caldaia. La testa, in quel caso, apre/chiude e basta ed ad ogni apertura, corrisponderà un accensione della caldaia.

  • @robertonox l'impostazione della temperatura e relativi programmi intelligenti è a livello di stanza.

    Quindi in una stanza con un termostato e due valvole hai una sola impostazione e i tre dispositivi saranno gestiti in modo automatico dal sistema.

    Dovrai sceglierne uno come lettore di temperatura (in genere si mette il termostato perchè è più preciso e non risente del calore dei termosifoni).

    Quando necessario il sistema farà partire la caldaia e aprirà di conseguenza le valvole.

    Non avrebbe senso nella stessa stanza avere 3 impostazioni di temperatura e 3 programmi diversi

  • Hotis
    modificato dicembre 2023
    Opzioni
    @Sormike Grazie della risposta. L'ambiente a cui mi riferisco (e che sarà impostato come "stanza" virtuale) ha due termosifoni che ovviamente si dovranno aprire e chiudere insieme, in base alla temperatura rilevata da un sensore. E il sensore comanderà anche la caldaia tramite termostato.
    Mi era venuto il dubbio dopo aver visto gli screen dell'app e volevo conferma.
  • @Andyz68 Dipende. In un ambiente molto grande potrei effettivamente aver bisogno di temperature diverse, ma non e' fondamentale. Pero' non mi e' ancora chiaro se il termostato mi e' indispensabile o meno se sull'app ho settato che ogni testina e' anche il sensore di T. Voglio dire, da un punto di vista operativo: la testina da il consenso al termostato , che accende la caldaia, o ogni testina riesce ad accendere la caldaia da sola? Perche' al momento se dico all'app di spegnere la caldaia , e poi di accendere un solo termo, effettivamente lo fa ma il termostato sull'app rimane "spento"

    In pratica cosi' come ho fatto io ogni termosifone e' indipendente dall'altro, e per me va benone cosi'. Il problema (relativo) si pone se volessi escludere 1 piani e tenerne attivo un altro, a meno di non operare su ogni singola testina via app. Da un lato sarebbe molto comodo poter raggruppare i termo per "piani" di appartenenza o zone che dir si voglia, dall'altra cosi' facendo c'e' piu' autonomia operativa e potrei decidere di chiudere tutto un piano o tutto il piano meno un termo, potrebbe essere comodo anche questo. Non so come sara' finche' non lo provo. Spero pero' che il termostato possa "servire" piu' di 9 testine oltre se stesso, altrimenti sara' indispensabile acquistarne un altro. O diversamente forse potrebbe bastare tenere qualche termo (sto pensando ai bagni) sempre aperto ma con le termovalvole "tradizionali" ....

    Vi ringrazio per le risposte e i chiarimenti, buone feste a tutti !

  • Sormike
    modificato dicembre 2023
    Opzioni

    Il sistema Tado funziona così: in un impianto centralizzato, presupponendo che la caldaia fosse sempre accesa, ogni testa apre o chiude in base al proprio programma ed alla propria soglia di temperatura; è ovvio che serve una tetsa per ogni calorifero ed un bridge. Il gioco è fatto.

    In un appartamento e/o abitazione con impianto autonomo, occorre che qualcosa faccia partire la caldaia. Quel qualcosa è: o il ricevitore senza fili ( meglio denominato come wireless) su cui vanno collegati i fili che , di fatto, comandano la caldaia; o il termostato cablato intelligente.

    La differenza sostanziale sta nel fatto che il ricevitore accende e spegne la caldaia, il termostato, oltre a quello ha la capacità di "leggere" la temperatura di un ambiente e di regolarla, nel caso ci fossero due o più caloriferi, può funzionare come un sensore di temperatura senza fili e di accendere la caldaia, ovviamente..

  • Hotis
    modificato dicembre 2023
    Opzioni
    Io dovrei mettere il sensore del termostato wireless in una camera con un solo termosifone che vorrei regolare con precisione (ma anche per altre ragioni logistiche) , poi nella sala con 2 termosifoni un altro sensore di temperatura apposito. In altre camere teste singole senza sensore. In altri ambienti ancora, particolarmente freddi, niente, valvole manuali sempre aperte. In questo modo riesco a stare sotto i 10 dispositivi (e a tenermi al sicuro dal problema di avere un circolo dell'acqua sempre aperto)

    Bel progettino 😊, speriamo bene...
  • Il limite di 10, non è nel complesso ma nel singolo "regolatore di zona".

    In pratica, se hai 3 termostati cablati, puoi avere un massimo di "27" teste, singole che scaldano altrettanti ambienti o un totale di "27" stanze virtuali entro cui raggrupperai le singole tetse.

    Il sensore wireless, non lo conosco fisicamente e non vorrei dire baggianate, funziona come regolatore di zona e può comandare fino a 9 teste, o meglio, può ricevere la richiesta di un max di 9 teste ed a sua volta inviare la richiesta ad un termostato cablato o ad un ricevitore senza fili.

  • Hotis
    modificato dicembre 2023
    Opzioni
    Uhm... Vediamo se ho capito. Nel mio schema "minimo" avrei un termostato wireless (regolatore 1) a cui fanno capo 3 teste "stanze virtuali" e poi un sensore wireless (regolatore 2) per la sala con 2 teste (dunque stanza virtuale a parte).
    Potrei dunque aggiungere altre 6 teste al regolatore 1, oppure creare altre stanze con sensore + testa perché fanno "regolatore aggiuntivo"?
    Capisco che non è facile seguirmi...
  • Andyz68 una cosa non mi riesce di fare e che invece vedo nel tuo screenshot: ora che ho creato le stanze, come faccio a spostare una testina in un 'altra stanza e come dicevo all'inizio, raggrupparle? Al momento non riesco neanche ad entrare su una singola testina e modificare il rilevatore di T°....

  • @robertonox

    vai nella impostazione della testa e la metti nella stanza che vuoi, quelle che vuoi raggruppare le metti tutte nella stessa stanza

    Per quanto riguarda il rilevatore di temperatura è una impostazione a livello di stanza, se nella stanza hai più di un dispositivo puoi scegliere quale dei tanti sarà il rilevatore di temperatura

  • Perfetto. Fatto, tutto chiaro. Grazie