La temperatura misurata dalle valvole viene influenzata dal calore del termosifone

Questo problema è il dramma delle valvole Tado. Può essere più o meno intenso ma le valvole che msisurano temperature molto alte quando il temo si accende leggo che è problema comune.

L'unica soluzione è che Tado sviluppi sonde esterne al più presto. Non + certo soluzione mettere in ogni stanza un Termostato intelligente!

Per ora l'unica è giostrarsi un compromesso tra impostazione offset in negativo, aumento temperatura obiettivo e schermatura con materiale termoriflettente del termo nella zona vicina alla valvola.

Io attualmente sto impostando offset - 1 o - 2 e con schermatura termo e me la cavo (e' casa in montagna e fuori fa già freddo parecchio)

Qualcuno ha suggerimenti di compremesso di cui farmi partecipe ?

Grazie

Risposte

  • TreviBoTreviBo
    modificato 4 ottobre

    Ciao anche io noto lo stesso problema ho i termo in una nicchia ma le valvole sono fuori dalla nicchia in quanto non è molto profonda. Eppure la temperatura schizza su molto velocemente, dovrebbero essere meno sensibili a queste variazioni di temperatura. Per ora ho abbassato di uno o due gradi l'offset non ho aumentato la temperatura di target.


    hai provato ad aprire un ticket di assistenza?

  • Sanno bene de problema, anche io ho casa in montagna e valvole che operano senza marmi o celle. Il problema me lo riesco a gestire impostando -1 di offset e + 1 sulle temperature. Attento a mettere offset più alto che sballa le misurazioni a termosifone freddo. Servono sonde esterne da attaccare alle valvole Tado. Non oso pensare dove lacstuazione è più critica
  • Mi associo,

    io casa di città e quindi non fa molto freddo e valvole nella parte bassa del termosifone, devo impostare temperature di offset a -1 o -2 e temperature di set a +2 e a volte non basta.

  • Grazie dei suggerimenti.

    Anche io mi sto giostrando e ho trovato un compromesso con -1 di offset e + 2 di temperatura ma non è certo una cosa ben fatta. Così facendo il termo si accende e dopo non molto il calore del termo si trasferisce in parte alla valvola che legge temperatura anche molto più del reale (4 gradi per capirci), stacca quindi il riscaldamento al termo che si raffredda e il gioco riparte con un saliscendi acceso spento! Giostrandomi un po' riesco a ottenere qualcosa di accettabile ma così non va. Serve assolutamente che Tado realizzi UNA SONDA ESTERNA per le sue valvole per leggere in altro punto della stanza la temperatura.

    Ho comprato e lo aspetto un Termostato Intelligenta per provare a far leggere a lui la temperatura di una stanza.

    Anche andasse bene è impensabile metterne uno in ogni stanza. E neanche far riferimento a l termostato intelligente per la temperatura di tutte le stanze.

    QUesto sistema Tado lo trovo splendido ma questo problema della falsa lettura delle valvole è un grave errore progettuale a cui bisogna mettere rimedio

    E voglio sottolineare che le valvole che descrivo agiscono in aria libera (no marmi, no nicchie), hanno solo il termosifone a distanza normale di tipo 5 cm. Non oso pensare cosa succederebbe nella mia abitazione principale dove marmi complicano le cose e uso sonde esterne su valvole termostatiche normali in molte stanze

  • magari esistono sonde esterne compatibil?

  • Se qualcuno sa di sonde esterne compatibili, per favole le posti qui Grazie

  • Mi permetto di scrivere quanto segue in quanto il problema che ci ha buttato addosso Tado con valvole palesemente difettose che rilevano temperature sbagliate influenzate dai termo è enorme. L'unico modo in cui sono riuscito a uscire dal problema è stato installare un Termostato intelligente a cui far fare riferimento a tutte le valvole, perdendo ogni personalizzazione per stanza. Insoddisfatto in una altra casa ho installato un concorrente (Netatmo) e ho rilevato che le valvole non presentano nessun problema di rilevamento errato delle temperature.

    Per completezza segnalo che Netatmo non effettua la geolocalizzazione e si collega a internet in wi-fi

    Queste le sostanziali differenze

  • Attenzione!
    Impostare un offset di temperatura non risolve il problema ne è da considerarsi un palliativo, è completamente inutile e l’assistenza Tado dovrebbe smettere di rimbalzare le richieste di aiuto dando questo consiglio.

    Quello che si richiede al radiatore quando si accende è di aumentare ad esempio la temperatura di 2 gradi; esempio: ci sono 18 gradi misurati, ho freddo, ne voglio 2 in più, imposto 20; quando la valvola misura 20 si chiude e smette di riscaldare, ma in realtà la stanza è ancora a 18.5

    Ok, mettiamo che imposto un offset di -2 gradi

    Adesso nella stessa situazione ci sono 16 gradi misurati, ho freddo, ne voglio 2 in più, imposto 18; quando la valvola misura 18 si chiude e smette di riscaldare, ma in realtà la stanza è ancora a 16.5; la vera temperatura rimane 16.5+2 gradi = 18.5 gradi, come nell’esempio senza offset

    Quindi non cambia nulla, anzi si ha un altro problema: di notte o quando non si è in casa il riscaldamento potrebbe accendersi inutilmente

    Ancora, senza usare l’offset, un’altra opzione per avere più calore velocemente è quella di impostare una temperatura target più alta

    Su tempi lunghi (diverse ore o giorni) la temperatura misurata dalla valvola si avvicinerà asintoticamente a quella della stanza, ma ovviamente nessuno di noi lascia il riscaldamento acceso per tante ore consecutive
  • Sono totalmente d accordo. Le valvole Tado sono semplicemente molto mal progettate e si possono considerare un danno per noi consumatori. L installazione è in aria libera senza marmi nicchie o tende di sorta. Ho passato mesi dietro a questo problema che ho risolto solo mettendo un termostato intelligente, facendo leggere li la temperatura a ogni valvola perdendo la personalizzazione delle stanze. Sono piuttosto incazzato per la presa in giro
    In altra casa ho installato sistema concorrente che è mille volte meglio
  • Mettere un sensore vicino alla fonte di calore non è mai una buona idea in sé, però magari Netatmo ha trovato un modo di farlo funzionare meglio

    Dovresti però provare il sistema Netatmo nella stessa casa/radiatore per avere la conferma che sia la valvola a fare la differenza

    In ogni caso, qua in Inghilterra montano le valvole in verticale nella parte bassa del radiatore e quindi le valvole Tado funzionano ancora peggio; io ho risolto girando il corpo valvola in modo che la valvola Tado sia orizzontale e parallela alla parete; non è come avere un sensore separato ma comunque meglio di prima
  • Certo, far misurare la temperatura alle valvole che sono vicine a una fonte di calore per definizione è una idiozia, ma purtroppo il mondo si nutre di idiozia. E' da giugno che sto perdendo tempo con le valvole Tado. Sono montate in un contesto idilliaco senza tende, marmi ecc operano in aria libera. Eppure sono totalmente inutilizzabili per misurare la temperatura. Appena il termo si accende la temperatura misurata schizza alle stelle. Alla fine ho messo un termostato intelligente in casa a cui tutte le valvole fanno riferimento. Unico modo di risolvere. Soprattutto disturba che Tado non ammentta un problema gigantesco. Serve una sonda esterna da poco prezzo da poter mettere a ogni valvola.

  • jacoscarjacoscar ✭✭
    modificato 18 ottobre
    Di che temperature stiamo parlando? Di quanti gradi aumenta la temperatura misurata e in quanto tempo?
    Nel mio caso con il radiatore acceso la temperatura sale di 0.5 gradi in 20 minuti
  • Appena si accende qualunque termo la temperatura sale di 6 e più gradi e lo fa spegnere immediatamente.

  • Puoi postare una foto della valvola installata?
  • certo ma non oggi. Sono in una altra casa. A breve vado

  • Io ho risolto mettendo un termometro digitale nella parte più lontana dove è la valvola , facendo andare i caloriferi fino a che la temperatura della stanza si è stabilizzata a 21 , ho agito su offset anche di -6 . Quando poi i caloriferi sono in funzione , a 21 gradi della valvola corrisponde 21 nella parte più lontana
  • Quel che dici non ha senso per me, non riesco neanche a capire cosa intendi
  • Non sapevo di questo problema e dopo 1 anno usando il cronotermostato Tado ho acquistato ben 6 valvole termostatiche e adesso sono nel panico.. non c’è verso di poterle usare..
    Appena parte il riscaldamento la temperatura rilevata sale a dismisura e la valvola chiude il radiatore anche se nella stanza la temperatura è poco più di quella che era..
    Regolando l’offset non cambia nulla anzi peggiora la situazione perché il circolo vizioso resta lo stesso a una temperatura più bassa
    Se sono ancora in tempo rendo le valvole che posso indietro..
  • valeekvaleek
    modificato 3 dicembre

    Appena acquistate due valvole + termostato e l'unica lettura affidabile in quasi tutta la stanza (verificata con un termometro portatile terzo) è quella del termostato.

    Anche io non ho termosifoni incassati e diverse configurazioni delle valvole: 1 in basso su termosifone verticale tipo bagno e l'altra su termosifone classico in alto ambedue perpendicolari al muro.

    Dopo che si riscalda la stanza e la valvola chiude il termosifone, la temperatura continua a salire fino a raggiungere 3-4 gradi in + rispetto l'altro estremo della stanza. E per scendere ci mette parecchio. Risultato: stanza fredda..

    Noto che il fenomeno è minore sulla configurazione montata in basso. Impostare l'offset è inutile e controproducente.

    @tado: Fate un termometro wireless esterno! Che si possa connettere all'internet gateway ed essere associato a ciascuna stanza. Piccolo e con calamita\adesivo.

    E' FONDAMENTALE! Fossi il vostro product manager agirei subito in tal senso...

  • Ovviamente concordo
    Ma non pare ci sia nessuno in ascolto
  • C’è nessuno?????????
  • Le lamentele in questa comunity vengono lette dagli sviluppatori tedeschi?

    Ci è concessa una risposta dal signor Johannes Schwarz, CTO di tado? (https://www.tado.com/it/chi-siamo)

    O dal responsabile italiano?


    Grazie

  • modificato 4 dicembre
    Credo che una soluzione più veloce e meno costosa potrebbe essere dare la possibilità di tarare le valvole (se non sbaglio netatmo lo fa), ovvero, con l'ausilio di un termometro esterno qualsiasi misurare la temperatura a termosifoni spenti e dire alla testa quanto è.Poi accendere senza limite il riscaldamento e misurare il raggiungimento della temperatura voluta (sempre con termometro esterno), dicendo in quel momento alla valvola :"ecco, questi sono 22 gradi". La si educa praticamente.
  • Io non parlo il tedesco, ma un giorno mi sono messo nella sezione della Community in tedesco con la pagina tradotta da google translate e non ho trovato un singolo utente che si lamentasse di questo problema... strano!
  • anche fosse che in Germania per diversità tecniche o cosa il problema non si presenta, mi pare evidente che in Italia il problema si presenta e a tanti e in modo drammatico. Siccome non abbiamo comprato Tado di importazione parallela, ma è regolarmente distribuito per funzionare in Italia, questa gente doveva preoccuparsi di non creare il problema già prima ma comunque a fronte di una serie di lamentele circostanziate di questa estensione, restare in silenzio assoluto, non dare indicazioni, non interessarsi, non interagire minimamente mi lasciai realmente attonito sulla interpretazione che devo attribuire al silenzio. Io in qualche modo, rinunciando alla personalizzazione per camera mettendo un Termostato Intelligente, il sistema - sia chiaro manualmente perchè la geolocalizzazione non può funzionare e non funziona - lo riesco a utilizzare, ma penso a tutti quelli che non volendo scegliere questa strada, il sistema ce l'hanno non funzionante. Penso ai premi vinti e alle 1000 recensioni entusiastiche. Ma ci sarà qualcuno che ha realmente provato a usarlo?

    Non dico altro perchè sono realmente stufo di tutta questa solfa. Userò Tado nel modo monco attuale tutto l'inverno. Si tratta di alloggio montano con solo 5 termosifoni. Se alla fine il dover rinunciare alla personalizzazione delle temperature per stanza mi sarà risultata una limitazione sentita, butterò tutto e passerò a altro sistema ampiamente sperimentato in altra abitazione. Se invece la personalizzazione per stanza non mi semberà essenziale, terrò Tado provvedendo a disdire il canone per gli auto skill, pagati da me per un anno con lo sconto. Non immaginavo dove sarei andato a finire.

    Da questa vicenda ho imparato tanto, non solo sull'azienda Tado ma anche sul sistema dei recensori e di chi premia le aziende innovative.

    Mi accomiato con una battuta sull'automation, sull'internet of things. Un amico mi chiede: " Ma cosa sono ste smart cities" Cosa vuol dire ? E io. Ma sono le città del futuro in cui tutto è connesso. Le auto, le case, ogni cosa nelle abitazioni. Insomma ci sei dentro quando verrai a sapere che tua moglie se la fa col portinaio dal frigorifero che dice di averlo saputo dall'aspirapolvere Bye

Accedi oppure Registrati per commentare.